Domanda:
Come sono progettati i set LEGO?
Mike
2011-10-26 02:41:02 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Mi sono spesso chiesto come mai LEGO crea nuovi set. Posso facilmente immaginare una persona seduta in una stanza tutto il giorno con pezzi illimitati di ogni forma, ma con alcuni dei set complicati che vediamo in questi giorni ci deve essere una sorta di aiuto del computer.

I designer modellano nuovi set su un computer che poi trova pezzi e istruzioni o costruiscono e modificano finché le cose non sembrano giuste?

Qualcuno può fornire informazioni sul processo che LEGO intraprende per creare nuovi set?

[Questo post su Gizmodo] (http://gizmodo.com/5022769/exclusive-inside-the-lego-factory) copre il processo di produzione. (non correlato, ma bello)
Hai sentito parlare di [LDD] (http://ldd.lego.com/)? Ci sono anche [altre alternative] (http://alternativeto.net/software/lego-digital-designer/), come LDraw. Inoltre, dai un'occhiata a [LEGO Cuusoo] (http://lego.cuusoo.com/): ci stanno facendo fare il lavoro per loro! Intelligente.
Sette risposte:
#1
+22
mikl
2011-10-26 03:07:16 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Una volta ho avuto un conoscente che lavorava alla Lego come product designer (non ricordo il suo titolo esatto). Il suo lavoro era, in poche parole, inventare nuovi set. Ci sono alcuni vincoli generali: bilanciare i diversi mondi / temi Lego (contemporaneo, età dei pirati, Star Wars, Harry Potter, ecc.), Raggiungere determinati prezzi / dimensioni della scatola (limitare il numero di mattoni in un set), in arrivo con set che funzionano bene insieme, mirati a diversi gruppi di età / abilità motorie ecc.

LEGO cerca anche di progettare i singoli pezzi da utilizzare in molti ambienti. Lo stesso terreno / fondamenta è stato utilizzato con vernice diversa per la fortezza antipirata (che aveva mia sorella) e il castello dei cavalieri del drago (che avevo). Ai vecchi tempi era abbastanza raro per i Lego creare nuovi tipi di mattoncini: lo è diventato meno, poiché i loro processi di produzione sono diventati più agili e meno costosi.

Per quanto riguarda il software utilizzato nella progettazione dei set LEGO , Ne so poco. Usano software / simulazione di mattoni, ma lavorano anche con i mattoni fisici, specialmente con i vecchi :)

Perché è meno costoso? Lego è quasi fallito per aver inventato troppe nuove parti nel 2005.
Ho difficoltà a credere che qualsiasi processo di produzione, anche se mantenuto principalmente nei paesi europei come ha fatto LEGO, non sia diventato più economico e più flessibile tra il 1940 e il 2011.
Ci sono molte efficienze dalle nuove tecnologie - strumenti più precisi, alimentati dal computer, meno costi di manodopera derivanti dall'uso della robotica per determinati compiti - e non credo che sia stata la creazione di nuove parti stesse a portarli vicino alla rovina, più il fatto che non potevano venderli e hanno bruciato una montagna di prodotti falliti nel cash marketing. Ricordi Galidor, Clikits?
La stampa 3D per prototipi probabilmente aiuta anche a ridurre i costi, poiché è necessario creare stampi reali solo per la versione finale delle parti.
#2
+18
Joubarc
2011-10-31 14:20:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Per quanto ne so, i designer lavorano principalmente solo con i mattoni.

Hanno una scrivania e una scorta quasi illimitata di parti (che penso in realtà non sia troppo esattamente vicino alle loro scrivanie) e di solito usano la loro immaginazione allo stesso modo di un fan.

Tuttavia, qualcosa che i fan non fanno, e che i designer devono fare, è tenere traccia del prezzo del modello che stanno costruendo in modo che è in linea con il prezzo previsto (questi sono determinati dal marketing all'avvio di un tema).

Questo è molto più complicato di quanto sembri, perché i prezzi degli elementi non sono sempre logici (ad esempio, un asse Technic 5 è più economico di un 4), e conta anche il numero di elementi diversi (ecco perché a volte usano parti diverse da quelle che sarebbero logiche, come un mattone 1 × 2 con scanalatura quando il groove non ha alcuno scopo in quel punto, ma poiché il mattone è già incluso altrove e un normale 1 × 2 no, è più economico da usare).

In breve, tutti i costi di produzione sono presi n in considerazione, compreso l'imballaggio e così via. Naturalmente, per le parti che non sono ancora prodotte, i prezzi sono molto più alti, ma quanto sono alti dipende da molti fattori (se la parte esiste ma non in quel colore, se le parti si adattano bene al sistema, e così via ). I team di progettazione potrebbero anche voler contrattare con altri team per far sì che supportino lo sviluppo dei costi di una nuova parte. I temi concessi in licenza possono avere una struttura dei costi diversa perché i licenziatari a volte sono disposti a pagare per una nuova parte se rende il modello più realistico (la maggior parte delle buone acconciature proviene dalle licenze oggigiorno).

Una volta che il progettista ha pronto un modello (ovviamente subirà alcune modifiche lungo il percorso), lo consegnerà a un altro team che sarà responsabile di assicurarsi che il modello possa essere costruito dai bambini, e possibilmente modificarlo ancora per rendere le istruzioni più chiare (hai mai notato perché alcuni mattoni nascosti hanno colori a volte inaspettati?). Questi ragazzi usano i computer e daranno anche le istruzioni; ma nel frattempo i designer sono impegnati sul loro prossimo modello.

Qual è la tua fonte per la risposta? Esperienza di prima mano?
Non di prima mano in quanto non sono io stesso un designer, ma queste informazioni sono raccolte da conversazioni con alcuni designer e con persone che hanno partecipato a seminari per fan a Billund. L'unica cosa che non ricordo bene di essermi detta esplicitamente è la contrattazione tra le squadre; ma è vero che il costo di un nuovo elemento deve essere sostenuto una sola volta. Ancora una volta, gli elementi che si adattano meglio al sistema saranno comunque accettati più prontamente per la produzione.
Potresti anche leggere il designer [l'intervista di Mark Stafford] (http://www.brothers-brick.com/2009/01/11/from-lego-fan-to-lego-set-designer-the-mark-stafford -interview-part-1 /) che fornisce molte informazioni anche su questo, incluso il motivo per cui l'asse Technic 4 è più costoso.
Quando Jamie Berard è venuto alla Brick Fiesta a Houston nel 2012, ha menzionato la contrattazione tra le squadre. Ciò è stato dimostrato in parte da uno dei prototipi aveva il cappello conico per i copriruota per l'ultima incarnazione del Sopwith Camel (10226).
Questo sembra proprio da un discorso a cui ho partecipato di recente sul design di un set di Nexo Knights (http://brickset.com/article/18161/70315-clay-s-rumble-blade-prototypes). Il processo era approssimativamente: prendere idee per un set, andare nei caveau, scegliere le parti attualmente in produzione, costruire, iterare. Più designer possono lavorare su un set, più di un prototipo può essere considerato contemporaneamente: il design finale incorpora idee da ciascuno. Funzionalità di gioco, facilità di costruzione, fattore di costo. Le nuove parti vengono stampate in 3D (spesso durante la notte). I programmi TV / giochi per computer sono in ritardo ma non i rendering finali dell'IP da incorporare.
#3
+10
Umber Ferrule
2011-10-26 03:06:03 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Mi è piaciuto molto il documentario del National Geographic - Megafactories - LEGO:

È uno dei giocattoli da costruzione più popolari al mondo. Nell'era di una competizione senza precedenti per la loro attenzione - dai videogiochi alla TV a innumerevoli attività - i bambini trascorrono ancora oltre 5 miliardi di ore all'anno giocando con i mattoncini LEGO. Ma costruire semplici giocattoli modulari con mattoni ad incastro è molto più complesso di quanto sembri. Il loro set più popolare - la stazione di polizia - viene completamente ridisegnato ogni pochi anni per stare al passo con i tempi. Da R&D e ingegneria alle linee di assemblaggio robotiche e al mercato di test più volubile del pianeta, Mega Factories: LEGO ti porta dietro le quinte mentre una vera stazione di polizia si trasforma in un parco giochi per l'immaginazione.

[Mega] (http://www.megabloks.com/) fabbriche - devo amare l'ironia ...
"Questo video è stato rimosso dall'utente. Mi dispiace."
#4
+6
NickAb
2014-01-12 09:00:18 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sono disponibili una serie di video di YouTube sul processo di progettazione delle scenografie di LEGO Cars. Sono un po 'semplificati e mirati ai bambini, ma hanno ancora alcuni buoni approfondimenti in corso. Il primo video può essere trovato qui.

Playlist di tutti i 6 video qualcuno si è riunito.

#5
  0
JVarhol
2014-01-30 19:59:04 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In realtà è super complesso. Iniziano ad armeggiare, quando hanno un'idea. Quindi iniziano a costruire. Quando hanno costruito l'oggetto, lo ricostruiscono passo dopo passo, incollando ogni passaggio a una tavola. Quindi un dispositivo esegue la scansione delle schede per le modifiche, esegue le istruzioni e calcola il conteggio delle parti. O almeno è così che lo facevano.

Come faccio a saperlo? L'ho letto in un libro di 2 ex designer Lego. Chiamato Forbidden Lego, puoi cercarlo su Amazon e visualizzare in anteprima le pagine in cui contiene le informazioni.

Ho dei dubbi sulla parte di incollaggio e scansione, a dire il vero: a quanto ho capito, i designer realizzeranno prima il loro modello con mattoni veri, passando attraverso diverse iterazioni a seconda di fattori sconosciuti (costo, pubblico di destinazione, marketing, qualunque cosa); ma credo che ne faranno una versione digitale (con quello che suppongo sia un software interno simile a un editor LDraw) quando lo consegneranno per i passaggi successivi. Detto questo, da quando Ulrik Pilegaard ha smesso di lavorare per LEGO nel 2004, è possibile che il metodo sia cambiato e in effetti funzionassero come dici tu allora.
@joubarc Grazie per il tuo commento, mi rendo conto che molto probabilmente lo fanno in un modo diverso. Ecco perché avevo incluso "almeno è così che lo facevano". Tuttavia, detto questo, modificherò il post e includerò un'altra riga che spiega come molto probabilmente questo modo non è più in uso.
#6
  0
Fez Vrasta
2018-01-07 20:33:26 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Questo è ciò che descrive il sito web ufficiale:

I nostri designer in Danimarca creano e testano nuovi set, giocattoli e temi LEGO® ogni giorno. Lavoriamo duramente per assicurarci che i nostri giocattoli siano sorprendenti, divertenti e possano essere tramandati per generazioni!

Per prima cosa, abbiamo l'idea di un nuovo entusiasmante tema, come LEGO® Elves, o una nuova serie all'interno di un tema esistente, come LEGO® City Volcano Explorers. Quindi il team di progettazione lavora alla creazione di set di dimensioni diverse con un sacco di funzioni interessanti che attireranno un'ampia gamma di fan LEGO®.

Una volta che hanno capito che tipo di set sono quelli giusti , costruiranno quelle idee utilizzando pezzi esistenti e, a volte, progetteranno nuovi pezzi LEGO® quando necessario. Facciamo molti test per assicurarci che i set siano divertenti da costruire e giocare e che possano stare insieme quando volano o guidano.

Quindi, si passa alla progettazione delle istruzioni, capire in che tipo di scatole dovranno essere inserite le serie e determinare quali immagini saranno sulla confezione. Infine, spediamo i set finiti in tutti i negozi!

https://www.lego.com/en-us/service/help/fun-for-fans / altro-su-noi / come-progettiamo-lego-set-408100000008835

#7
  0
Alexander O'Mara
2018-12-15 12:52:06 UTC
view on stackexchange narkive permalink

I designer modellano i nuovi set su un computer che poi calcola i pezzi e le istruzioni o costruiscono e modificano finché le cose non sembrano giuste?

A quanto ho capito , il loro processo moderno è un mix di costruzione digitale e reale. La costruzione di un modello fisico è importante per testare la durabilità e simili, mentre la costruzione digitale è utile per testare rapidamente diverse combinazioni di colori.

Per la costruzione digitale, LEGO utilizza il proprio Easy Builder Tool interno che è un Autodesk Maya collegare. Da quello che ho capito, LEGO Digital Designer è in qualche modo basato su questo strumento, tranne che non utilizza Maya e le parti hanno una risoluzione ridotta.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...